Seguici su: Facebook facebook link | Linkedin facebook link

La cintura di sicurezza: continuerai a non indossarla?

Il video crash test della NSW Centre of Road Safety mostra che, nonostante il vostro veicolo abbia l'airbag, se non si indossa la cintura di sicurezza si rischia realmente la vita. Rispondiamo insieme ad alcune domande.

1. Cosa succede se un occupante anteriore non indossa la cintura di sicurezza?
In uno scontro frontale, la persona non trattenuta dalla cintura di sicurezza continuerà a viaggiare in avanti alla medesima velocità che possedeva il veicolo negli istanti immediatamente antecedenti all'urto. In mancanza di attivazione dell'airbag, l'occupante andrebbe ad impattare contro il volante, il cruscotto, il parabrezza e, in alcuni casi, potrebbe essere espulso dal veicolo attraverso i finestrini. In caso di scoppio dell'airbag, la forza di impatto dell'occupante contro tale dispositivo di ritenuta potrebbe causare gravi lesioni. 

2. Cosa succede se un occupante posteriore non indossa la cintura di sicurezza?
​​
In un incidente, il passeggero posteriore non cinturato continua a muoversi inerzialmente in avanti fino a quando la sua progressione è impedita, generalmente dai sedili anteriori. Dopo aver colpito il sedile anteriore, il corpo del passeggero sale sopra al sedile stesso e la sua testa potrebbe cozzare contro il capo dell'occupante anteriore, con gravi effetti lesivi (vedi immagine seguente). In caso di impatti di grave entità, la forza con cui viene colpito il sedile è sufficiente a provocare la rottura dell'intera sua struttura.
 
​3. Quali sono le funzioni della cintura di sicurezza?
Le cinque funzioni principali di una cintura di sicurezza sono:
- trattenere l'occupante facendolo decelerare alla medesima velocità del veicolo su cui è a bordo;
- distribuire la forza di impatto sulle parti più forti del corpo dell'occupante (bacino e torace);
- impedire che l'occupante colpisca le parti interne dell'abitacolo;
- ridurre il rischio di espulsione;
- nelle moderne autovetture, le cinture di sicurezza sono progettate per lavorare insieme con gli airbag. In un incidente, la cintura di sicurezza rallenta il passeggero in modo tale da avere un impatto "sicuro" contro l'airbag.

4. Si può condividere la propria cintura di sicurezza?
E' vietato utilizzare una singola cintura per trattenere più di una persona. Con tale comportamento entrambi i passeggeri rischierebbero di essere gravemente feriti o uccisi. Particolarmente a rischio sono i bambini piccoli, che spesso condividono la cintura di sicurezza con un genitore e che rischiano, in caso di incidente, di essere schiacciati tra la cintura stessa e l'adulto.

5. Come posso essere certo che la cintura mi garantisca la massima protezione?
Innanzitutto è necessario verificare che la cintura sia regolata con fermezza. La cintura dev'essere sistemata in modo che il nastro addominale passi attraverso le creste iliache e che la fascia copra il petto fino alla clavicola. Una cintura di sicurezza mal regolata consentirà all'occupante di muoversi in avanti durante un incidente e aumenterà il rischio di contatto della testa contro l'interno dell'abitacolo. In aggiunta, i nastri potrebbero muoversi sopra le parti ossee dei fianchi generando delle pericolose forze aggiuntive sulla spina dorsale inferiore.

6. Può essere indossata la cintura durante la gravidanza?
Sì, le donne in gravidanza devono sempre indossare la cintura di sicurezza. Se una madre dovesse colpire gli oggetti rigidi all'interno della vettura, quei colpi saranno trasmessi al bambino e potrebbero quindi derivare gravi lesioni. Se la madre è gravemente ferito o uccisa, le probabilità di sopravvivenza del bambino saranno notevolmente ridotte. La principale causa di morti fetali in incidenti stradali è la morte della madre.
Il modo più efficace per le donne in gravidanza di indossare una cintura di sicurezza è quello di mettere la parte addominale della cintura il più basso possibile. Dovrebbe essere posizionata sotto l'addome, sotto la parte ossea delle anche e attraverso le cosce in modo da non scaricare le forze sul grembo materno.

 

 

Studio Tecnico Sartori
Via Atheste 44/f 35042 Este (Padova) - Tel. 348.3009733 oppure 340.6959207 Fax. 0429.601915 - info@studiotecnicosartori.com
Lodovico Sartori (P.IVA 04778200289) Alberto Sartori (P.IVA 04864910288)
Copyright ©2015. Power by JWeb Studio